/ Calcio

Calcio | 27 marzo 2021, 12:34

Attenzione alle lancette, stanotte scatta l'ora legale

Orologi avanti di un'ora, dalle 2:00 alle 3:00

Attenzione alle lancette, stanotte scatta l'ora legale

Domenica 28 marzo, alle 2 del mattino, ricordiamoci di spostare lancette avanti di un’ora perché scatta l’ora legale.

Che sia l'ultimo che riguarda tutti i 27 Paesi membri dell'Ue?

Nell’estate del 2018 il Parlamento Europeo aveva fatto un’indagine e l'84% dei cittadini europei aveva deciso per l’abolizione del cambio di ora.

A settembre poi la Commissione Ue aveva fatto la proposta per abolire l’ora legale, sollecitando gli Stati membri a notificare la loro preferenza per l’adozione dell’ora legale o di quella solare, senza più avere il cambio di ora due volte all’anno.

Questo avrebbe dovuto essere in effetti l'ultimo cambio d'ora ma la questione deve essere decisa dal Consiglio Europeo e pare che al suo interno gli Stati siano divisi.

 

L'Italia dice no!

Il governo italiano ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione attuale, senza variazioni. Il governo attuale non ha presentato modifiche al documento. L'Unione Europea ha abolito l'obbligo per i vari Paesi membri di passare da un'ora all'altra: ogni stato dunque sarà quindi chiamato a decidere nei prossimi due anni se rimanere con l'ora solare o adottare quello dell'ora legale come fuso orario.

Entro il 2021 gli stati dovranno scegliere quale fuso orario adottare e non ci saranno più spostamenti di lancetta all'interno della propria nazione. Si tratta di una decisione paradossale per certi versi, con un'Europa suddivisa in tanti fusi orari diversi.

 

Bioritmi e risparmio energetico

Comunque sia fino al  31 ottobre avremo l'ora legale. che  inizia come ogni anno l’ultima domenica di marzo e termina l’ultima domenica di ottobre.

Com’è noto, questa pratica, che da noi è in uso dagli anni ’60,  il cambio d’orario provoca una serie di conseguenze sui normali bioritmi che sono stati anche oggetto di studio per alcune conseguenze negative non difficilmente percepibili.

Una ricerca su 14 studenti coordinata da Antonio Tonetti dell’Università di Bologna e pubblicata su Chronobiology International, ad esempio, ha trovato un maggior numero di risvegli notturni e una maggiore difficoltà ad alzarsi dal letto nei giorni successivi all’arrivo dell’ora legale.

Altri effetti negativi, che per una ricerca sugli Annals of Human Biology non sono contrastati neanche da una particolare combinazione di geni che facilita il sonno, sono stati trovati sugli ormoni dello stress, che aumentano del 5%, e persino sulla propensione a distrarsi sul web mentre si è al lavoro.

Il primo, quello per cui è nata la pratica, è il risparmio energetico. Gli esperimenti condotti sul ‘laboratorio’ costituito dall’ora legale hanno svelato anche effetti positivi sulla salute. La possibilità di avere più ore di luce nel pomeriggio, ad esempio, aiuta a combattere l’obesità infantile, mentre una ricerca pubblicata sul Journal of Safety Research ha trovato che la luce naturale serale diminuisce il rischio di incidenti stradali.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium