/ Motori

Motori | 28 marzo 2021, 19:38

F1. Inizia col thrilling il Mondiale nella notte del Bahrain. Vince Hamilton, sesto Leclerc con una Ferrari in miglioramento

Verstappen e Bottas completano il podio. Il monegasco conferma la crescita della rossa, salita al livello della Mclaren: il tragico 2020 sembra essere alle spalle

foto Ferrari

foto Ferrari

La notte del Bahrain, durante il primo Gran Premio del Mondiale 2021 di Formula 1, conferma le impressioni di ieri: la Ferrari sembra essersi lasciata alle spalle la tempesta dell'anno scorso e può guardare al futuro con serenità, e un pizzico di ottimismo. Ma la strada è ancora molto lunga.

Una gara divertente, che non illude le attese e ci consegna un campionato che inizia col botto e con un finale thrilling come da tempo non si vedeva. Vince Hamilton, al termine di una sfida palpitante con Verstappen che supera negli ultimi giri la Mercedes ma lo fa uscendo dal tracciato, con il box Red Bull che chiede di restituire la posizione. Ma a quel punto l'olandese non riesce ad attaccare più il campione del Mondo in carica che si aggiudica il primo round, consapevole che la battaglia è solo all'inizio. Podio completato dall'altra freccia nera di Bottas.

Buona gara per il monegasco Leclerc, sesto con la sua Ferrari dietro alla Mclaren di Norris e alla Red Bull di Perez partita dai box, che conferma il gap ancora molto ampio con Honda e Mercedes. Ma nelle prime battute Charles si toglie lo sfizio di levare a Bottas la terza piazza per un paio di giri, perdendo anche il duello con Norris dopo qualche giro di sfida accesa e amministrando la posizione anche nel mezzo delle due soste, con Perez che supera la rossa solo nelle ultime tornate della corsa. Nel complesso un buon passo gara che colloca la Ferrari insieme a Mclaren dietro ai due top team, e un gradino sopra alle attese Alpine e Aston Martin, con Alonso e Vettel che hanno vissuto un weekend di alti e bassi ma alla fine fuori dai punti (lo spagnolo ritirato per un problema ai freni).

Ottavo l'altro pilota vestito di rosso, Carlos Sainz, davanti all'esordiente Tsunoda con Alpha Tauri: nota di merito per il classe 2000 che si prende i primi punti in carriera superando anche un certo Kimi Raikkonen su Alfa Romeo. Bene anche Mick Schumacher, sedicesimo con la Haas. 

Federico Bruzzese

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium