/ Tennis

Tennis | 07 aprile 2021, 07:30

Ecco i segreti del Piatti Tennis Center, a Bordighera si coltiva anche il talento di Jannik Sinner

Uno dei “credo” del metodo Piatti è la grande attenzione per la video analisi, strumento utilissimo per monitorare l’esecuzione dei colpi e gli spostamenti di ciascun atleta, e quindi individuare gli aspetti sui quali intervenire.

Ecco i segreti del Piatti Tennis Center, a Bordighera si coltiva anche il talento di Jannik Sinner

I frequentatori abituali del Piatti Tennis Center ormai non ci fanno più caso, ma chi mette per la prima volta piede nel centro di Bordighera le nota immediatamente: si tratta delle tante telecamere poste lungo il perimetro dei campi (addirittura dieci ciascuno su due dei quattro campi), utilizzate dallo staff del centro come un prezioso alleato per l’insegnamento.

Uno dei “credo” del metodo Piatti è la grande attenzione per la video analisi, strumento utilissimo per monitorare l’esecuzione dei colpi e gli spostamenti di ciascun atleta, e quindi individuare gli aspetti sui quali intervenire. Grazie al sistema di monitoraggio PlaySight, collegato a un totem-display presente a bordo campo, gli allenatori hanno modo di andare a rivedere praticamente in tempo reale le riprese di ogni singola telecamera posizionata sul campo, così come tutti i diversi dati statistici registrati dal servizio.

“Questo – spiega Simone Bertino, il tecnico responsabile della video analisi del Piatti Tennis Center, nonché docente del settore per FIT e PTR – ci permette di analizzare ogni colpo fotogramma per fotogramma, valutandone velocità, traiettoria, rotazione e tantissimi altri aspetti. E se necessario possiamo anche confrontare ogni colpo con degli esempi di esecuzione ideale presenti all’interno di un tablet, disponibile sui campi come ulteriore strumento d’aiuto”. Una possibilità preziosissima per gli allenatori, che possono lavorare su quei dettagli che l’occhio nudo non nota, o nota ma magari non riesce ad analizzare a dovere, data la velocità del gioco.

I filmati ripresi dalle telecamere e i dati statistici rimangono disponibili all’interno della relativa app, in modo da essere fruibili anche in futuro. Questo, insieme alle immagini riprese direttamente sul campo dallo stesso Bertino (per usare angolazioni differenti o valutare ancora più da vicino determinati dettagli), permette di creare un archivio utilizzato per il lavoro dietro le quinte, meno immediato e più complesso.

“Attraverso diversi software – continua Bertino – comparo i gesti dei nostri ragazzi agli esempi dei professionisti, così da individuarne le differenze e capire dove si può riuscire a essere più incisivi. In più, grazie all’archivio di immagini che si viene a creare, riusciamo anche a comparare diversi filmati dello stesso atleta, per valutarne la crescita nel tempo e capire se il lavoro sta andando nella direzione desiderata”.

Il servizio risulta naturalmente più facile con gli atleti che si allenano a Bordighera in pianta stabile, visto che ci può essere un confronto quotidiano. E non è tutto, perché da quest’anno sul canale del Piatti Tennis Center all’interno della piattaforma Dartfish.tv, è disponibile una collezione a libero accesso, nella quale vengono caricati dei video relativi a tecnica, tattica e tanti altri aspetti. Così da offrire un servizio in più agli atleti che si sono già avvicinati all’universo Piatti Tennis Center, e dare a tutti gli altri un assaggio del famoso metodo di lavoro.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium