/ Tennis

Tennis | 11 agosto 2021, 14:20

Tennis. Matteo Arnaldi trionfa a Bolzano, suo il torneo 25.000: "Felice di essere tornato a Sanremo, i primi segnali sono davvero incoraggianti"

Il portacolori della Geko Sport Management ha dominato in semifinale e in finale. "L'obiettivo è di salire presto di ranking e d potermi dedicare esclusivamente ai Challenger"

Matteo Arnaldi premiato a Bolzano

Matteo Arnaldi premiato a Bolzano

Per ogni atleta l'ultimo anno e mezzo è stato a dir poco probante tra protocolli sanitari, distanziamenti e un'attività sportiva che, soprattutto durante i mesi più freddi, è stata particolarmente condizionata dalla pandemia. Per Matteo Arnaldi, ventenne talento matuziano, tante novità sotto il profilo tecnico si sono andate ulteriormente a sommare da inizio 2021, ma il primo posto al torneo 25.000 (come il montepremi espresso in dollari) di Bolzano lascia intravedere i confini di un percorso in assoluta crescita.



Matteo, è stato indubbiamente un torneo in crescendo.

Si, sono molto contento per come sono andate le cose. Vincere un torneo 25.000 regala sicuramente una grande soddisfazione, ma ancor di più è stato positivo l'intero percorso che abbiamo portato a termine, quasi a coronare le tante novità di questo ultimo periodo”.



In semifinale e in finale sei stato una sentenza: 6-1 6-2 a Brancaccio e 6-0 6-1 a Weis.

A Bolzano è stato un miglioramento costante e partita dopo partita ho trovato sempre più confidenza. Si, è vero, senza peccare di immodestia devo dire che nelle ultime due partite del torneo sono riuscito ad esprimermi davvero su buoni livelli”.



Un tennista diventa inevitabilmente cittadino del mondo in fretta. Come guardi a Sanremo da questa nuova propsettiva?

E' la mia città e sono stato ben felice di tornarci. Fino a pochi mesi fa mi allenavo nel centro sportivo federale di Tirrenia, ma ho deciso di cambiare radicalmente il mio approccio al tennis, tanto da decidere di rientrare a Sanremo in una sorta di personale zona comfort”.



Però i nuovi stimoli non mancano.

Assolutamente no! Lo staff che mi accompagna è stato rinnovato completamente al 100% e ogni giorno è una nuova scoperta. Sono felice perchè i primi segnali sono davvero incoraggianti e l'auspicio è di poter continuare su questa strada”.



I tuoi prossimi impegni in calendario?

Ora come ora è difficile programmarli in maniera regolare. Dovrei comunque dividermi tra 25.000 e Challenger. Il mio obiettivo è di migliorare rapidamente la graduatoria ATP per poi, arrivato attorno alle 350° posizione, potermi dedicare esclusivamente ai Challenger. A quel punto la calendarizzazione dei tornei diventerebbe sicuramente più regolare”.

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium