/ Calcio

Calcio | 04 settembre 2021, 12:38

Coppa Italia di Promozione. Il Ceriale vince e fa esordire i suoi giovani, Di Fino: "Grande emozione fare l'ingresso in campo. Devo impegnarmi al massimo per ritagliarmi anche un piccolo spazio"

L'ingresso del giovane classe 2006 ha conciso con la svolta del match che ha permesso alla squadra di Biolzi di superare il Camporosso

Coppa Italia di Promozione. Il Ceriale vince e fa esordire i suoi giovani, Di Fino: "Grande emozione fare l'ingresso in campo. Devo impegnarmi al massimo per ritagliarmi anche un piccolo spazio"

Un Ceriale partito a razzo in questa Coppa Italia di Promozione, i biancoazzurri hanno conquista due successi in altrettante gare e si giocheranno domenica il primato nello scontro diretto contro la Golfo Dianese. Mister Biolzi ha però guardato al futuro, mercoledì ha infatti fatto il suo esordio il classe 2006 Mattia Di Fino, prodotto del vivaio:

E' stata una grande emozione fare l'ingresso in campo, una cosa unica che credo non scorderò mai. Il mister a fine primo tempo mi ha detto che sarei entrato e durante il riscaldamento nell'intervallo ho pensato a quello che stavo vivendo. In campo con i più grandi mi sono trovato benissimo, come se ci giocassi da molto perché sono sicuramente più esperti di me e mi hanno aiutato moltissimo trasmettendomi tranquillità.”

L'ingresso di Mattia ha coinciso con la svolta del match contro il Camporosso: “La squadra ha fatto un ottimo secondo tempo, anche perché dopo lo svantaggio non era così semplice avere una reazione così forte e ribaltare il risultato.”

Testa agli Allievi, sognando la prima squadra: “Io sono un giocatore degli Allievi 2006 e il fatto di giocare in Prima Squadra mi ha reso reso veramente contento. Il mio obiettivo principale è giocare il campionato regionale con la mia leva, per provare ad ambire alle prime posizioni. Logicamente devo impegnarmi per provare a ritagliarmi uno spazio anche in prima squadra e tutto quello che verrà sarà sicuramente emozionante e un'esperienza incredibile. Voglio comunque rimanere con i piedi per terra, perché ho giocato solo mezza partita e so che posso ancora imparare e migliorare tanto.”

Gabriele Siri

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium