/ Calcio

Calcio | 24 ottobre 2021, 23:48

Calcio, Savona. MARINELLI ANNUNCIA LE DIMISSIONI: "Regalerò il marchio, la palla passa al presidente Grenno" (VIDEO)

Colpo di scena serale, dopo gli screzi registrati nel post partita tra il vicepresidente e parte della dirigenza biancoblu

Calcio, Savona. MARINELLI ANNUNCIA LE DIMISSIONI: "Regalerò il marchio, la palla passa al presidente Grenno" (VIDEO)

 

E' stata una presa di posizione improvvisa quella del vicepresidente del Savona, Simone Marinelli, dopo la partita di oggi pomeriggio vinta contro la Vadese.

Alcuni screzi con il resto della dirigenza si erano palesati nel post partita, ma dopo aver assistito a Inter - Juventus, il dirigente biancoblu e di fatto patron della società, ha infatti deciso di rassegnare le dimissioni.

Resta da capire se la mossa avrà effettivamente un seguito, complice l'assemblea dei soci in programma mercoledì o se i pezzi potranno ricomporsi.

"Chi critica i miei modi e le mie maniere non ha mai compreso il mio comportamento. Il Savona è chiacchierato e andava difeso - ha dichiarato Marinelli - ho fatto da scudo a soci, calciatori e ai tifosi che ci vogliono bene.

Con la gente contro di me la squadra è sempre stata libera di testa. A Luceto si lavorava bene, era una strategia voluta.

Non è facile alzarsi al mattino e leggere il proprio nome sui giornali o avere gruppi di tifosi contro.

Da oggi non sono il vicepresidente del Savona Calcio. Regalerò il logo nonostante lo abbia pagato, è un regalo che lascio alla città e ai soci.

Quando però con i soci stessi ti ritrovi in una situazione di critica come avvenuto con parte della tifoseria, le cose non vanno più bene.

Ho perso tanti soldi, ma nella vita ho altri valori.

Ho avuto tutti contro dall'inizio: dalle istituzioni alle altre società. Nel calcio che ho visto che ho visto io c'è tanto schifo e marcio, c'è gente che per 2-300 euro venderebbe la propria madre.

Io ho dei valori che vanno al di la dei soldi.

Ho provato a regalare la squadra alla città. Ce l'ho fatta perchè la squadra resta. Ora, andandomene, probabilmente ci sarà più serenità.

Sono triste ma non si poteva andare più avanti così. Questa situazione stava iniziando a intaccare la salute personale e la mia vita privata.

Ora la palla passa al presidente Grenno".

Mi scuso se in questi mesi ho offeso qualcuno, ma ho solo provato a ridare la squadra alla propria città. Spero che il Savona concluda ciò che sta facendo". 

 

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium