/ Ciclismo

In Breve

mercoledì 24 novembre
lunedì 22 novembre
giovedì 18 novembre
martedì 16 novembre
lunedì 15 novembre
sabato 13 novembre
martedì 09 novembre
lunedì 08 novembre

Ciclismo | 18 novembre 2021, 11:50

Ciclismo: il grande Peter Sagan correrà insieme al dianese Niccolò Bonifazio nella Total Direct Energie. Si ritira invece il fratello Leonardo

Notizie dolceamare per il talento dianese in vista della prossima stagione

Ciclismo: il grande Peter Sagan correrà insieme al dianese Niccolò Bonifazio nella Total Direct Energie. Si ritira invece il fratello Leonardo

Il grande campione Peter Sagan  ha firmato con la Total Direct Energie e correrà insieme  al dianese Niccolò Bonifazio. Come ufficializzato dal team, l’atleta slovacco ha firmato un biennale ed insieme a lui arriveranno anche profili esperti come il fratello Juraj, Daniel Oss, Maciej Bodnar, tutti dalla Bora-Hansgrohe.

Nonostante la Total Direct Energie non sia nel circuito WorldTour, Sagan ha accettato la sfida con entusiasmo e l’intenzione di aiutare il team francese ad accrescere le proprie ambizioni, come già fatto in passato con la Bora. L’arrivo di ‘Peto’ sarà un passaggio importante anche nella carriera di Niccolò Bonifazio, che ha chiuso la scorsa stagione alzando le braccia al cielo del ‘Gp Jef Scherens’.

Tra i momenti più emblematici della carriera di Niccolò Bonifazio c'è la vittoria, con braccia alzate verso il cielo, nella quinta tappa della Parigi-Nizza proprio davanti a 'Peto' che poi sarà anche il primo a complimentarsi, come testimoniato nella foto.

I due hanno già avuto modo di conoscersi al di fuori delle gare, dato che negli anni hanno svolto alcuni allenamenti sulle strade della Val Roja.  Tracciati battuti insieme al fratello Leonardo Bonifazio che però non verrà riconfermato dal team e avrebbe deciso di appendere la bici al chiodo. Un vero peccato per il più vecchio dei due fratelli dianesi che, prima di sbarcare tra i Pro, aveva mostrato più volte il suo grande talento.

Tornando all’istrionico Sagan, punto di riferimento per l’intero movimento, aveva cominciato la carriera con il titolo iridato ‘Mountain Bike’ nel 2008, in Val di Sole. Passando poi alla strada nell’anno successivo e vincendo tre Mondiali consecutivamente (tra il 2015 e il 2017), oltre a due  Classiche Monumento: il Giro delle Fiandre nel 2016 e la Parigi-Roubaix, nel 2018. E' stato sette volte maglia verde al Tour de France ed ha raccolto 117 successi tra i professionisti.

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium