/ Calcio

Calcio | 27 novembre 2021, 18:28

Calcio, Cisano. Pollice alto per il presidente Raimondo dopo la rifondazione del club: "Felice del rendimento della Prima Squadra, ma il Settore Giovanile resta un punto cardine"

Calcio, Cisano. Pollice alto per il presidente Raimondo dopo la rifondazione del club: "Felice del rendimento della Prima Squadra, ma il Settore Giovanile resta un punto cardine"

Il ritorno in campo contro la Nolese è ormai dietro l'angolo per il Cisano, ma il buon avvio di stagione ha confermato i primi frutti raccolti dal club del presidente Raimondo, pronto a rifondare la società dopo diversi anni di stop.

Tra obiettivi e Settore Giovanile, il lavoro non manca per il giovane massimo dirigente biancoblu.



Presidente, bicchiere mezzo pieno in questi primi mesi.

“Assolutamente sì, anche se si sono rivelati particolarmente impegnativi. Oltre alla Prima Squadra siamo partiti subito con l'istituzione di diverse leve all'interno del Settore giovanile, e se i grandi vanno più o meno avanti con le loro gambe, il vivaio impegna sicuramente maggiori energie e attenzioni”.



Restando alla Prima Squadra vi state ponendo come prima alternativa alle squadre favorite in estate:

“La squadra sta giocando e i risultati ci stanno dando ragione. Sicuramente gli arrivi di Barchi e Santanelli ci hanno dato maggior esperienza. Speriamo di arrivare alla fine del girone di andata in buona posizione, rimanendo attaccati alle favorite San Francesco, Priamar, Spotornese e Borgio Verezzi”.



La considerazione dei vostri avversari si è fatta subito particolarmente alta.

“In effetti il percorso è stato abbastanza lineare, tranne qualche disattenzione commessa qua e la, seppur fisiologica. Io sono contento, non ci siamo posti l'assillo di vincere il campionato, ma di fare bene. Sarebbe stato semplice dirottare tutte le risorse economiche sulla Prima Squadra, ma abbiamo un tipo di concezione diversa. Adesso seminiamo, l'anno prossimo punteremo al salto di categoria”.



Le liste di trasferimento stanno per riaprirsi.

“Potrebbe esserci utile una punta. Muniz sta facendo bene ma con il nuovo 3-5-2 abbiamo dovuto cambiare assetto. Il parco è già nutrito con Santanelli, Ghirardo e De Luca, ma se trovassimo un ulteriore tassello adatto alle nostre caratteristiche non sarebbe male.

Per le nostre politiche non sarà semplice: cerchiamo gente volenterosa e che vuole giocare a calcio, non lavorare nel calcio”.



Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium