/ Motori

Motori | 11 luglio 2019, 07:00

Hamilton e Verstappen: le caratteristiche dei due protagonisti della F1

Ancora una manciata di ore e sapremo. Sapremo finalmente se Lewis Hamilton riuscirà a superare il record di vittorie mondiali condiviso con Schumacher o se Max Verstappen riuscirà a ottenere il suo primo titolo.

Hamilton e Verstappen: le caratteristiche dei due protagonisti della F1

Ancora una manciata di ore e sapremo. Sapremo finalmente se Lewis Hamilton riuscirà a superare il record di vittorie mondiali condiviso con Schumacher o se Max Verstappen riuscirà a ottenere il suo primo titolo. Al termine del Mondiale di F1 manca una sola gara e l’attesa è alle stelle. Quella che si scriverà sarà forse una delle pagine di sport più importanti della storia contemporanea. Sicuramente si tratterà di uno degli eventi più sentiti del 2021. Protagonisti e numeri del GP di F1 di Abu Dhabi promettono spettacolo. D’altro canto, gli unici due piloti che possono ancora aggiudicarsi la vittoria si trovano persino a pari punti. Chi la spunterà?

Il campione britannico è legato alla Mercedes, con cui ha festeggiato 6 dei 7 Mondiali vinti finora in carriera. Era il 2007 quando Hamilton iniziò a calcare la scena dell’automobilismo professionistico, sposando la causa della McLaren. Da allora il pilota ha ottenuto soprattutto numerose pole position, mostrando al mondo intero di possedere le stimmate del predestinato. Hamilton, che sviluppò la passione per i motori con un modellino ricevuto da piccolo, si è distinto sui kart e nella Formula A prima di mettere nel mirino i 7 Mondiali di Schumacher. Sono 4 anni che Lewis vince il titolo, non senza patemi. La storia di Lewis Hamilton in F1 è costellata di momenti iconici e ad oggi, in totale, sono 287 i GP disputati, di cui 103 vinti, esattamente come le pole position. Oltre 4.000, dunque, i punti conquistati.

Max Verstappen, invece, ha esordito in F1 nel 2015, quando Hamilton era già piuttosto affermato. Con la Red Bull, l’olandese è diventato il pilota più giovane di sempre a trionfare in un Gp, a meno di 20 anni, strappando il record a un certo Sebastian Vettel. Come il britannico, anche Verstappen ha iniziato a prendere confidenza con i motori tramite i kart, facendo la differenza in più competizioni. A differenza di Hamilton, però, Verstappen è figlio d’arte: anche il padre Jos, infatti, era un pilota che correva in F1, senza raccogliere però troppi risultati degni di nota.

Verstappen è arrivato terzo al Mondiale nel 2019 e nel 2020. Ad oggi l’olandese ha corso 140 volte in F1, vincendo però solo in 19 occasioni e collezionando 59 podi. Più di 1.500 i punti ottenuti. Verstappen ha più di 10 anni in meno rispetto ad Hamilton, eppure le differenze tra i due sembrano assottigliarsi soprattutto in queste ore. La sfida tra i migliori piloti di questo Mondiale non varrà solo il titolo mondiale. In ballo ci sono infatti due carriere profondamente diverse, fatte anche di statistiche all’apparenza imparagonabili.

Inutile negarlo: i numeri sembrano andare tutti a favore di Hamilton, ma nel complesso Verstappen è apparso, seppur di poco, più costante rispetto al suo diretto rivale, ma negli ultimi 3 GP è arrivato puntualmente secondo, lasciando ogni volta il primo posto proprio ad Hamilton. Insomma, dopo 22 gare, la 72esima edizione del Mondiale di F1 potrebbe essere ricordata come una delle più avvincenti e galvanizzanti di sempre.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium