/ Calcio

Calcio | 01 ottobre 2022, 08:00

Pietra Ligure: addio ad Antonino Micalizzi, impresario edile e storico presidente del calcio pietrese

Nel 1972 fondò l'omonima impresa che tra pochi giorni compirà 50 anni di attività. Da massimo dirigente condusse il club biancoceleste per la prima volta in Eccellenza

Pietra Ligure: addio ad Antonino Micalizzi, impresario edile e storico presidente del calcio pietrese

Pietra Ligure perde una delle sue figure più rappresentative. Nella serata di ieri si è spento all'ospedale Santa Corona Antonino Micalizzi, impresario edile e volto molto conosciuto nella comunità pietrese ma non solo.

Classe 1948, originario di Giardini Naxos (paese siciliano ai piedi di Taormina), approdò in Liguria nel 1969 dopo alcune esperienze lavorative in Germania e a Milano. È qui che nel 1972 fondò l'impresa edile che ancora oggi, a pochi giorni di distanza dal 50esimo anno di attività, porta il suo nome. Lo stesso che resterà indissolubilmente legato anche al mondo del calcio, sua grande passione. Tifoso della Juventus, a livello locale ha contribuito alla creazione dell'attuale A.S.D. Pietra Ligure 1956 fondendo le vecchie realtà calcistiche cittadine S. Nicolò, Usd Soccorso e Pietra Ligure Calcio. 

In 30 anni di militanza tra le fila della compagine calcistica del paese ha ricoperto la carica di presidente e presidente onorario. Proprio nel ruolo di massimo dirigente, nella stagione sportiva 2016/2017, vincendo il campionato di Promozione è stato il primo presidente nella storia del calcio pietrese a raggiungere l'Eccellenza, livello più alto del calcio regionale. 

Persona molto religiosa, ha compiuto quasi un ventennio di pellegrinaggi a Lourdes. Negli ultimi mesi ha resistito stoicamente più volte agli assalti di una grave malattia e di molteplici complicazioni che comunque non gli hanno mai tolto la voglia di combattere con il corpo e con il cuore, così com'era abituato in ogni ambito durante tutta la sua vita.

Antonino Micalizzi lascia la moglie Clementina, sposata nel 1973, oltre ai figli Marco e Alberto. La famiglia dedica un sincero ringraziamento a tutto il personale sanitario che lo ha assistito nelle varie strutture in cui è stato ricoverato: l'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, il San Martino di Genova, l'ospedale Evangelico Internazionale di Voltri e la RSA Città di Albenga e l'istituto monsignor Pogliani di Loano.

Roberto Vassallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium