/ Calcio

Calcio | 23 novembre 2022, 08:00

Calcio, l'Albenga torna travolgente ma Chiarlone frena i facili entusiasmi: "Forse la miglior gara, ma piedi per terra e lavorare"

Il direttore generale ai microfoni nel post partita vittorioso per 4-1 col Busalla: "Per qualità di gioco e cattiveria nel recupero della palla la più bella gara finora"

Calcio, l'Albenga torna travolgente ma Chiarlone frena i facili entusiasmi: "Forse la miglior gara, ma piedi per terra e lavorare"

"Forse per qualità di gioco espressa e per cattiveria messa sulle palle da andare a recuperare è stata la più bella partita dei ragazzi".

Non è stato senza dubbio alcuno l'unico a uscire soddisfatto dallo stadio "Annibale Riva" domenica scorsa dopo il 4-1 rifilato dai padroni di casa al Busalla il direttore generale degli ingauni, Cristiano Chiarlone, intimamente raggiante ma anche consapevole che la strada, nonostante prove così convincenti e un vantaggio in classifica tornato nell'ordine della doppia cifra sulla prima inseguitrice, sia ancora lunga.

Una vittoria convincente più per com'è arrivata che per il risultato in sé, coi ragazzi di Pietro Buttu che hanno superato a pieni voti la prova dell'assorbire la prima caduta stagionale capitata in terra spezzina sette giorni prima: "Piano piano stiamo crescendo e col Busalla abbiamo dimostrato che la sconfitta di domenica scorsa era fine a se stessa tant'è che oggi la gara è stata quasi perfetta - commenta il dg - I ragazzi la partita l'hanno fatta anche col Forza & Coraggio, non hanno espresso questa stessa qualità di gioco vista col Busalla o in altre occasioni in casa ma in trasferta non è facile perché in casa propria tutti vogliono fare punti. Non dimentichiamo comunque che gli episodi ci hanno condannato e forse si poteva portare a casa anche quel match, nel calcio però ci sta pure questo".

Oltre al campo, l'ennesimo bel risultato è arrivato poi dagli spalti di un Riva sempre più in fibrillazione partita dopo partita. Il tutto figlio di un entusiasmo palpabile anche nelle vie al di sotto delle Torri: "Era l'obbiettivo di questa estate far tornare l'entusiasmo in città e siamo molto contenti dell'empatia che si è creata tra la squadra, la società e i tifosi. Ne siamo orgogliosi, il presidente che ha creato questo giocattolo in primis".

E se qualcuno comincia già a parlare di acquisti soprattutto in prospettiva, la ricetta quindi dev'essere una e Chiarlone, da uomo di campo qual è stato, la conosce bene: "Mercato in vista di un'eventuale Serie D? Assolutamente no, siamo mica matti. Deve ancora aprire quello invernale dell'Eccellenza. Piedi per terra, lavoro e fatica".

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium