/ Basket

Basket | 17 gennaio 2023, 10:30

Basket, Serie C Silver. Pallacanestro Vado, successo ai supplementari sul Cogoleto

I savonesi passano 89-84 dopo un match entusiasmante. Migone super con 25 punti

Migone in azione: il cestista è stato autore di 25 punti per la Pallacanestro Vado contro il Cogoleto

Migone in azione: il cestista è stato autore di 25 punti per la Pallacanestro Vado contro il Cogoleto

SERIE C SILVER

AZIMUT PALLACANESTRO VADO 89 – COGOLETO 84

(23-18); (21-23); (23-23); (13-16); (9-4)

Pallacanestro Vado: Bertolotti 11, Salomone 2, Pellegrino, Morando 7, Migone 25, Rebasti ne, Tridondani 2, Squeri 7, Giannone 13, Vujic 16, Fantino 6. All Saltarelli, Ass Colandrea.

Cogoleto: Zoppi L. 7, Torre F. 2, Anania ne, Calcagno 4, Torre L. 2, Pelegi Scalfi 29, Bruzzone 19, Zoppi S. 1, Ferretti 0, Boschetti 5, Patrone 15, Bruzzone F. All Robello.

 

Spettacolo al 'Geodetico' di Vado Ligure per la prima giornata del girone di ritorno di Serie C Silver: è necessario un tempo supplementare per decretare il vincitore della partita tra Vado e Cogoleto.

La formazione di casa si presenta alla gara al termine di una settimana resa difficile dal cospicuo numero di infortunati: oltre ai lungodegenti Rebasti e Mbeledogu, sono da registrare la defezione di Micalizzi e gli acciacchi di Fantino e Bertolotti che hanno reso complicata la preparazione della partita per coach Saltarelli e il suo staff.

Sotto gli occhi dei moltissimi spettatori accorsi al Pallone, la partita tra la Azimut e Cogoleto si apre con la tripla di Claudio Bruzzone, capitano dei biancoblù; la risposta dei padroni di casa è affidata a Fantino che appoggia al ferro in contropiede.

Mentre Pelegi Scalfi scalda i motori per quella che sarà una grande prestazione realizzativa, (29 punti per lui al termine della gara) Cogoleto mette da parte qualche punto di vantaggio portandosi sull’11-6 alla metà del quarto.

I cinque punti in fila di Morando ridanno forza ai Pappagalli che possono contare anche sulla presenza fisica di Lazar Vujic sotto le plance.

Il primo vantaggio Vado arriva in seguito ai due canestri con fallo di Luca Migone, nemico pubblico numero uno per la difesa avversaria nel corso di tutta la partita (saranno 25 i suoi punti alla fine). L’ultimo canestro di Giannone chiude il primo periodo sul +5 Vado.

Nel secondo quarto le due squadre continuano a rispondersi colpo su colpo e ad inseguirsi nel punteggio dando vita ad un incontro acceso e divertente, con ottime giocate individuali e corali da ambo le parti. Cogoleto utilizza ampie rotazioni e manda a referto molti dei suoi effettivi, mentre Vado fa fatica a capitalizzare dalla lunetta ed è costretta a preservare il capitano Tridondani gravato di falli. Mentre Bruzzone continua a trascinare i suoi, si arriva all’intervallo sul 44-41.

All’inizio di terzo quarto una pioggia di triple si abbatte sul Geodetico; apre le danze Pelegi, lo seguono i suoi compagni Bruzzone e Zoppi ma per Vado si prende definitivamente la scena Migone, che piazza, nell’ordine: tre canestri da tre punti nel giro di pochi secondi, una serie di altri centri da 2 punti, una stoppata ed una serie di palle rubate risultando decisivo per l’economia del match. Nella seconda parte del terzo parziale le squadre rifiatano un po’ prima del rush finale e rimangono appaiate nel punteggio.

Ultimi dieci minuti non per i deboli di cuore, Vado prende un po’ di vantaggio nella fase iniziale del periodo (+8) grazie all’intensità difensiva, Cogoleto è però squadra esperta e quando coach Robello rimette in campo le sue bocche da fuoco il risultato torna pian piano in parità. Il tiro libero di Zoppi che porta a +1 la squadra ospite a 7 secondi dalla fine sembra condannare Pallacanestro Vado, ma il fallo subito da Lazar Vujic ed il conseguente 1 su 2 dalla lunetta portano la gara agli over-time.

Nel supplementare, la squadra di casa, con l’inerzia dalla propria parte, riesce subito ad entrare in controllo andando a realizzare alcuni tiri liberi con Bertolotti. La stanchezza inizia a farsi sentire per Cogoleto che non riesce più ad avere la lucidità necessaria nei possessi chiave. La partita si chiude sull’ 89-84 per Vado.

Il commento di coach Saltarelli al termine della gara:Era importante iniziare l’anno con una vittoria e ci siamo riusciti al termine di una partita molto difficile. Il nostro gioco offensivo è ancora troppo vincolato a soluzioni individuali e dobbiamo lavorare ancora sul miglioramento della chimica di squadra; in difesa invece dobbiamo essere più solidi e più compatti: saranno questi gli obiettivi per il resto della stagione. In questa gara abbiamo trovato un Migone in una forma eccezionale che ci ha trascinato per tutta la partita, importante anche la presenza di Vujic sotto i tabelloni. Continueremo a lavorare per cercare di vincere più partite possibili e rimanere in zona play-off”.

Prossimo appuntamento sabato 21 gennaio contro Pegli.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium