/ Ginnastica

Ginnastica | 26 maggio 2020, 17:43

Finale, l'Arte Ginnastica ridà vita alla bocciofila dopo il lockdown con la ripresa degli allenamenti

Dopo il via libera del Governo riprendono alcune attività svolte dalle associazioni sportive del territorio. Tra distanze di sicurezza, controllo della temperatura e sanificazioni

Finale, l'Arte Ginnastica ridà vita alla bocciofila dopo il lockdown con la ripresa degli allenamenti

Non esiste regola che possa fermare l'amore per lo sport. A dimostrarlo ci hanno pensato le ragazze della ASD Arte Ginnastica di Finale, una tra le primissime in tutta la provincia, che tra una fitta giungla di norme e divieti da oggi è tornata a svolgere la propria attività di allenamento nella nuova sede della bocciofila di Finalpia.

Dopo oltre tre mesi questo pomeriggio infatti le giovani atlete sono potute tornare ad assaporare sotto i propri piedi il tappeto di una palestra, sostituito nelle settimane di lockdown dal pavimento di casa per seguire le video lezioni. 

Era stato infatti il 22 febbraio il giorno dell'ultimo allenamento. Ora le piccole atlete, seguite da Carlotta e Andre Violante, si sono potute rincontrare faccia a faccia. Ovviamente sempre con le dovute distanze, igienizzando le mani e rispettando tutte le norme anti contagio.

Un inizio atteso dopo il via libera della Regione e del Governo: "Alcune delle nostre allieve hanno potuto anche seguire lezioni online coi tecnici federali della Liguria - spiegano dall'Associazione - ma non è la stessa cosa. Le ginnaste erano felicissime di cominciare ed hanno recepito le norme, così come le nostre tecniche che nelle ultime due settimane hanno lavorato senza sosta per sanificare la struttura e renderla a norma. E' dura, i costi per riaprire sono stati alti e per un'associazione si tratta di sacrifici, ma ci stiamo provando. Anche grazie all'appoggio di Polisportiva e Comune".

I lavori per tornare ad aprire infatti sono stati consistenti. Su tutti la posa sul terreno dei tappeti in teflon, di una pellicola protettiva ed infine del classico tappeto per svolgere gli esercizi. Il tutto da aspirare e igienizzare ogni sera, come tutti gli ambienti della struttura.

"Parliamo di una struttura che ha sempre visto nelle bocce il suo uso principale - ha ricordato l'assessore con delega allo sport Claudio Casanova -, e d'estate spesso non sfruttata, siccome i frequentatori preferiscono uno spazio all'aperto. Vista la carenza di spazi per lo sport è importante per l'amministrazione quindi poterla utilizzare anche in un'ottica futura, coinvolgendola tutto l'anno. Il recupero è avvenuto sotto il segno della sicurezza e della possibilità di poter riprendere un'attività sportiva consentita in questo momento come la ginnastica ritmica. Insomma un altro segnale positivo nel percorso di uscita dalla fase più acuta dell'emergenza".

Una ripartenza che potrebbe essere l'inizio di un cammino nuovo, sia per l'associazione di ginnastica ritmica, sia per l'intera bocciofila: "Abbiamo tante buone idee, con il progetto di aprire anche una sezione di ginnastica artistica e una di danza hip-hop. Purtroppo la situazione si evolve di giorno in giorno quindi progetti a lungo termine risulta difficile metterne in piedi, ma speriamo vada tutto bene".

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium