/ Atletica

Atletica | 09 maggio 2024, 13:06

Meeting Città id Savona: Furlani e Derkach pronti al decollo al "Giulio Ottolia"

foto Montesano

foto Montesano

Cinque uomini con personali oltre gli otto metri nel lungo, quattro donne approdate oltre i 14 metri nel triplo: bastano queste cifre per rendere l’idea del livello dei salti in estensione al Meeting internazionale Città di Savona, la prova Challenger del World Athletics Tour al “Complesso Polisportivo Giulio Ottolia” (diretta Rai: 15:45-18:40) mercoledì 15 maggio. La stella più luminosa sarà indubbiamente Mattia Furlani, il formidabile saltatore 19enne cresciuto a Rieti che aveva già annunciato lo scorso 5 febbraio la partecipazione al lungo del meeting organizzato dall’Atletica Savona e in Liguria ci arriverà con in tasca anche il primato italiano Assoluto indoor a 8,34 e l’argento mondiale al coperto. Mattia a Savona nel 2023 strabiliò il mondo saltando un 8,44 che sarebbe stato record mondiale Under 20 senza un refolo di vento di troppo (+2,2 m/s con un limite a +2,0). Furlani potrà comunque riprovarci tra otto giorni sempre alla Fontanassa essendo ancora nella categoria Juniores, stimolato come da tradizione da un cast d’eccellenza: Ruswahl Samaai (Sudafrica), bronzo mondiale 2017 e due volte campione continentale africano, in carriera è arrivato a 8,49 e lo scorso anno fu secondo dietro Furlani; l’azzurro Filippo Randazzo, ottavo ai Giochi di Tokyo 2021, al picco metrico in carriera di 8,12 ottenuto proprio a Savona con il successo 2020, conquistando la vittoria nel meeting per ben tre volte (le altre risalgono alle edizioni 2019 e 2021); i sudafricani Temoso Masikane (talento 18enne) e Nikithemba Hani sono di recente atterrati rispettivamente a 8,06 e 8,05.

Il triplo femminile vedrà una probabile sfida a quattro tutta europea. Dariya Derkach nel 2023 ha vissuto il definitivo salto di qualità con il personale a 14,52 e la finale iridata conquistata a Budapest (ottava): l’azzurra ritroverà a Savona la turca Tugba Danismaz, primatista nazionale con 14,31 che nel 2023 batté Derkach nella sfida per l’oro agli Euroindoor e vinse poi l’Universiade; a 14,28 e 14,16 sono invece rispettivamente approdate la lituana Dovile Kilty, già campionessa europea Under 23 e argento iridato Under 20, e la romena Diana Ion

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium