NULLA DA RIMPROVERARE AI RAGAZZI, LA TERZA PUNTATA: DILETTANTI FINO IN ESTATE?

 / Calcio

Calcio | 25 novembre 2017, 15:00

Calcio, Serie D. Buttu chiede il cambio di rotta per il suo Finale: "Cuore, forza e compattezza: voglio una gara da Finale"

Attenzioni della dirigenza già al mercato, ma il tecnico vuole già da domani risposte importanti dai suoi per risollevarsi dal momento difficile. Coi toscani rientrerà Capra dalla squalifica, sempre fermi ai box Vittori, Roda e Capocelli.

Calcio, Serie D. Buttu chiede il cambio di rotta per il suo Finale: "Cuore, forza e compattezza: voglio una gara da Finale"

Che quello attuale non sia il miglior momento dalla sua permanenza a Finale è ormai palese e dichiarato dallo stesso tecnico, ma non ci sta a indossare i panni della vittima designata Pietro Buttu. La battuta d’arresto subita domenica scorsa per mano di una Sanremese apparsa comunque superiore ai giallorossi, ancora in emergenza, ha dato ulteriore slancio alla grinta con cui il trainer ingauno ha preparato la sfida di domani al Viareggio.

Momentaneamente due squadre agli antipodi, in classifica e nel risultato dell’ultima uscita, quelle che si sfideranno sul sintetico del “Borel”. I bianconeri versiliesi si presenteranno in grande spolvero dopo aver conquistato il sentito derby con la Massese, coi giallorossi che arrivano invece da un derby perso, quello appunto del “Comunale” contro i biancazzurri di Calabria. Una sconfitta che non deve demoralizzare ma piuttosto dare le giuste motivazioni per cercare di cambiare passo: “Non possiamo non avere motivazioni. Dobbiamo cercare in tutti i modi di invertire la rotta, e possibilmente farlo già da questa partita. Poi che ci si trovi di fronte il Viareggio o chissà chi altro per noi non cambia nulla: dipende tutto dal Finale, voglio vedere una squadra desiderosa di cambiare marcia e che metta in campo una prova di cuore, di forza e di compattezza. Insomma, mi aspetto una gara da Finale”.

La trasferta matuziana ha indicato chiaramente come sia necessario invertire la tendenza negativa per il Finale, insieme ad un mercato, ormai alle porte, che potrebbe portare novità in via Brunenghi. Fino all’1 dicembre però vietato pensare a questioni extra campo: “Recuperiamo Capra dalla squalifica, Saba, Scalia e De Martini hanno una settimana in più di allenamenti nelle gambe. Per il resto non è questione di uomini ma di testa, mentale: bisogna tornare a fare il Finale. La società si sta già muovendo sul mercato, ma domani questo non conta. Domani mi aspetto dai miei ragazzi una prestazione di spessore, perché vogliamo dare una scossa a questo campionato”.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium