/ Altri sport

Altri sport | 10 agosto 2020, 16:14

Kombat Team Alassio. E' Caio Cesar Lima l'eroe di Spotorno

L'atleta ha disarmato un uomo entrato in un pub con un fucile carico

Kombat Team Alassio. E' Caio Cesar Lima l'eroe di Spotorno

"Ha urlato che ci avrebbe ammazzato tutti, è andato via con la macchina e poi è tornato con un fucile carico". Il brasiliano Caio Cesar Lima Capelli, 31enne e portacolori del Kombat Team Alassio, lavora come aiutocuoco in un locale di Porto Vado nella notte tra sabato e domenica appena uscito dal lavoro si è diretto verso un pub di Spotorno dove si è trovato di fronte al 37enne Giovanni Rapisarda.

"Ho visto che l'uomo dava di matto. Cercava la sua auto, era arrabbiato e si era strappato la maglietta. Abbiamo provato a parlargli per tranquillizzarlo ma ci ha minacciato" continua il testimone.

"Dopo 25 minuti è tornato e riconoscendo il suo mezzo io e altre persone siamo andati dall'altra parte della strada facendo allontanare tutti - prosegue Caio Cesar Lima Capelli che come sport fa il lottatore di arti marziali miste per la società Kombateam di Alassio - aveva il fucile calibro 12 caricato a pallettoni si è avvicinato al bar e ha puntato l'arma, allora mi sono avvicinato, con un colpo gli ho spostato il fucile e con l'altra mano l'ho colpito. È caduto per terra, sono intervenuti anche dei passanti e poi sono arrivate 5 pattuglie dei carabinieri".

Rapisarda, già noto alle forze dell’ordine e denunciato poche ore prima per resistenza a pubblico ufficiale, è stato così arrestato per detenzione e porto di arma clandestina, resistenza e ricettazione. Per il 37enne al termine degli adempimenti, si sono aperte le porte del carcere di Genova Marassi.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium