/ Calcio

Calcio | 26 marzo 2019, 19:00

Calcio, Eccellenza. Pastorino bacchetta l'Alassio: "Serve più compattezza quando siamo in vantaggio"

Un'altra domenica da cuori forti per i gialloneri, che nel finale di partita si sono fatti rimontare ben due reti dal Rapallo: "Il pareggio lascia invariate le cose nella zona calda, ma per come si è giocato il bicchiere è mezzo vuoto".

Calcio, Eccellenza. Pastorino bacchetta l'Alassio: "Serve più compattezza quando siamo in vantaggio"

Sembrava cosa fatta, a dieci minuti dalla conclusione, la vittoria per l'Alassio FC sul campo del Rapallo, con i gialloneri avanti col risultato di 4-2.

A pesare sul risultato due rigori assegnati ai ruentini ed un episodio dubbio nel finale di gara nell'area casalinga, ma Stefano Pastorino, tuttofare della retroguardia alassina, non vuol parlare di episodi:"Non mi va di parlare degli arbitraggi in genere. Mi concentro su noi stessi, e dico che secondo me a Rapallo abbiamo giocato una delle gare migliori in questo anno. Dobbiamo però essere più compatti ed uniti in alcuni frangenti della partita, ovvero quando riusciamo a passare in vantaggio".

Prestazione positiva, risultato che invece porta alla più abusata delle domande in casi simili: il bicchiere è da considerarsi mezzo pieno o mezzo vuoto? "Per come si è espressa la squadra il bicchiere non può che essere considerato mezzo vuoto, secondo quello che è il mio punto di vista. Detto ciò resta un pareggio che lascia invariata la situazione nelle zone calde della classifica".

Il cambio di tre tecnici finora ha caratterizzato la stagione delle vespe. Ora sta toccando a Monti, insieme al quale Pastorino è riuscito l'anno scorso ad ottenere la salvezza coi colori dell'Albenga: "E' stata una stagione molto travagliata, l'impatto di Ivan però è stato molto positivo: sta dando la sua impronta di gioco alla squadra ed il collettivo ne sta beneficiando. Ripetere quanto fatto insieme lo scorso anno? Non so se sia possibile, ovviamente ce lo auguriamo, ma rispondere ora a questa domanda sarebbe da pazzi. I conti si fanno a bocce ferme".

Prima di tirare le somme intanto mancano quattro partite, tra scontri diretti, come quello con l'Albenga, e gare in cui sorprendere risulterà necessario, come domenica prossima: "Le prossime sono tutte partite difficilissime nelle quali siamo obbligati a cercare di ottenere più punti possibili, già a partire dalla sfida alla corazzata Rivarolese. Ma non partiamo battuti contro nessuno".

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium