/ Altri sport

Altri sport | 20 giugno 2019, 05:30

Calcio d’estate: appuntamenti da non perdere aspettando la prossima stagione

Mentre la maggior parte delle nazionali tra Europa, America e Africa sono impegnate in un numero significativo di gare, che decideranno sia le future dinamiche degli Europei del 2020, sia l’assegnazione della Coppa d’Africa 2019, che della Copa América, per le squadre di club europeo è tempo di pensare al mercato

Calcio d’estate: appuntamenti da non perdere aspettando la prossima stagione

Mentre la maggior parte delle nazionali tra Europa, America e Africa sono impegnate in un numero significativo di gare, che decideranno sia le future dinamiche degli Europei del 2020, sia l’assegnazione della Coppa d’Africa 2019, che della Copa América, per le squadre di club europeo è tempo di pensare al mercato e di preparare il ritiro estivo che di base partirà durante la prima settimana del mese di luglio prossimo. Escludendo la Juventus, che deve ancora stabilire il proprio calendario, avendo in programma l’International Champions Cup in Cina, gli altri club stanno già iniziando a programmare le date dei ritiri e i primi impegni in termini di amichevoli estive. Naturalmente il numero di giocatori a disposizione per i top club, durante l’inizio del ritiro sarà limitato, visto che escludendo i due turni di qualificazioni agli Europei, che si sono svolte tra il 7 e l’11 giugno scorsi, restano da svolgere sia la Copa América, che terminerà con le due finali del prossimo 6 e 7 luglio, mentre per quanto riguarda la Coppa d’Africa, la competizione avrà luogo tra il 21 giugno e il 19 luglio prossimo; per ulteriori informazioni relative alle date, orari, quote e statistiche vi ricordiamo che il sito di scommesse online di 888 sport avrà una sezione dedicata a tutte le competizioni che andranno a caratterizzare il calendario delle prossime settimane e non solo per quanto riguarda il calcio professionistico.

Un mercato estivo che potrebbe diventare bollente: l’apertura formale

Non è un caso se in questo momento si sta parlando molto sia del mercato estivo, la cui apertura formale, programmata per il prossimo 1 luglio 2019, ci dice qualcosa che tutti conoscono bene: che di fatto durante il mese di luglio vedremo solo la parte finale del calciomercato, visto che già in questa fase, specialmente in una stagione dove in pratica sono davvero pochi i top club a non aver cambiato tecnico, si sta parlando molto di colpi di mercato importanti. Domina la scena, come già avvenuto durante la seconda parte della stagione 2018-2019, il caso Icardi, con il giocatore e il suo entourage sempre più determinati a restare a Milano, mentre né Marotta né tantomeno il nuovo tecnico nerazzurro, Antonio Conte, sono disposti a cedere, visto che la cessione avrebbe senso, sia per gestire meglio dinamiche interne di spogliatoio, sia in termini di prestigio e di credibilità del club.

L’Inter di Conte e la Roma di Fonseca

La nuova Inter di Antonio Conte deve quindi attendere e risolvere questo delicato e intricato affare, mentre è ormai ufficiale l’arrivo di Paulo Fonseca, alla guida della Roma per la prossima stagione. Il tecnico portoghese, ex Porto, ma soprattutto alla guida dello Shakhtar Donetsk durante le ultime tre stagioni, rappresenta quindi il futuro del club del presidente James Pallotta. La Roma deve in effetti iniziare un nuovo ciclo che si è concluso nel peggiore dei modi durante la stagione appena concluso, visto che dopo l’eliminazione in Champions durante gli ottavi contro il Porto, in campionato a seguito dell’esonero del tecnico Eusebio Di Francesco, è toccato a Claudio Ranieri raccogliere il testimone di una squadre ormai priva di identità e di stimoli, che dopo qualche tempo non disputerà la prossima stagione di Champions, un risultato incredibile, soprattutto se si pensa all’impresa davvero mancata di poco della semifinale dell’edizione 2017-2018 quando i giallorossi se l’erano giocata alla pari contro club come il Barcellona di Messi e il Liverpool di Jurgen Klopp. Motivo per cui bisogna ripartire con il piede giusto e con gli stimoli necessari per rifondare e ripartire alla grande. Sotto questo punto di vista il lavoro svolto dal tecnico portoghese con lo Shakhtar Donetsk potrebbe risultare fondamentale, in termini di ripartenza e di programmazione. Staremo a vedere come la Roma saprà rimettersi in pista durante la prossima stagione 2019-2020.



ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium