/ Calcio

Calcio | 03 maggio 2020, 19:58

Sport: dagli allenamenti individuali per i professionisti alla pesca, ecco cosa sarà possibile fare dal 4 maggio in Liguria

Ecco l'ordinanza emessa pochi minuti fa. Sarà possibile spostarsi all'interno della propria provincia per raggiungere il luogo di pratica dell'attività motoria

Sport: dagli allenamenti individuali per i professionisti alla pesca, ecco cosa sarà possibile fare dal 4 maggio in Liguria

Ecco l'estratto riguardante le attività sportive.

 

Per scaricare l'ordinanza completa (CLICCA QUI)

 

E'  consentito svolgere nell’ambito della Provincia o Città Metropolitana di appartenenza, dalle ore 6 alle ore 22 e nel pieno rispetto del distanziamento sociale di metri 2, le attività motorie quali ad esempio: corsa, tiro con l’arco, utilizzo della bicicletta, arrampicata sportiva, trekking, mountain bike, tennis singolo, passeggiata a cavallo; attività sportive acquatiche individuali (ad esempio wind surf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca, vela in singolo); esclusivamente in modalità individuale (fatto salvo quanto espressamente riportato da d.P.C.M. per minori e persone non autosufficienti);

E’ comunque vietato avvalersi di tutte le strutture ad uso comune quali ad esempio spogliatoi, bagni, docce e bar che devono restare chiusi. sono consentite le sessioni di allenamento in forma individuale di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in strutture a porte chiuse, anche per gli atleti di discipline sportive non individuali come previsto dalla richiamata direttiva del Ministero dell’Interno N.15350/117 del 03/05/20;

sono consentiti gli spostamenti con mezzo proprio all’interno del territorio della Provincia o Città Metropolitana di appartenenza per raggiungere il luogo dove svolgere l’attività sportiva o l’attività motoria. sono consentite tra le attività sportive/motorie, dalle ore 6 alle ore 22, anche le uscite in barca per un massimo di due persone che siano residenti nella stessa abitazione; nel rispetto dell’art. 1 lett. f) del DPCM 26/04/2020 è consentito svolgere individualmente, sul territorio della Provincia o Città Metropolitana di appartenenza, le seguenti attività:

A. pesca sportiva e ricreativa sia in acque interne che in mare, alle seguenti condizioni:

che sia svolta da persona abilitata all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa in possesso di copia della comunicazione effettuata ai sensi del DM 6/12/2010;

con un massimo di due persone che siano residenti nella stessa abitazione per imbarcazione; nel rispetto della normativa vigente in merito all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa.

è obbligatorio il rientro in giornata presso l’abitazione abituale.

 

controllo della fauna selvatica ai sensi dell’art.19 della legge n. 157/92, dell’art. 36 della l.r.n. 29/1994 e s.m.i. e delle altri disposizioni regionali vigenti. prelievo venatorio di selezione degli ungulati ai sensi dell’art. 35 della l. r. n. 29/1994 e s.m.i. e del regolamento regionale n. 3/2016.

 

è consentito svolgere le passeggiate all'’aria aperta in modo individuale o in compagnia di residenti nella stessa abitazione nell’ambito della Provincia di appartenenza dalle ore 6 alle ore 22 e nel rispetto del distanziamento sociale di almeno metri 1

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium