/ Rugby

Rugby | 02 maggio 2024, 12:58

Le ultime due trasferte regalano un prezioso punto al Savona che vale la permanenza in B

Bene sia l’Under 18 che travolge l’Imperia sia l’Under 14 nei triangolari a Settimo Torinese ed a Lecco

Le ultime due trasferte regalano un prezioso punto al Savona che vale la permanenza in B

Il finale di stagione dei biancorossi non brilla per risultati, nonostante l’impegno del team stia comunque producendo un buon gioco; di certo molte assenze per infortuni o squalifiche non aiutano, ma la coperta inizia ad essere corta per molte delle formazioni impegnate in un campionato di serie B che si è rivelato molto compresso e difficile da gestire, soprattutto per la frequenza degli incontri.

La trasferta di domenica 21 non sorride ai liguri, ospiti dei biancorossi di Rho e quindi, per l’occasione, in divisa blu: il match alla fine sarà estremamente combattuto, equilibrato e piacevole.

La statistica del possesso palla è sicuramente a favore dei padroni di casa, che in particolare nel primo tempo gestiscono le fasi offensive ma si scontrano costantemente con la solida difesa savonese: difesa però troppo indisciplinata, e se anche la barriera regge, saranno ben 4 i calci di punizione concessi a favore dei rhodensi, mentre il piede di Serra marcherà un solo calcio nella prima frazione, che si conclude quindi sul 12 a 3 a favore dei lombardi.

Il secondo tempo è frizzante e più equilibrato del primo, con un piccolo ulteriore allungo grazie ad un calcio piazzato per il Rho, ma a riaprire il match sarà la meta segnata da Vallarino che conclude nel migliore dei modi, proprio sulla bandierina, l’azione innescata da Franceri.

La distanza tra le due squadre si accorcia ulteriormente con un piazzato di Serra, e sul parziale di 15 ad 11 i savonesi per due volte hanno l’occasione di ribaltare il match, ma la grinta difensiva rhodense sarà in grado sia di reggere l’urto, ma anche di marcare a pochi minuti dalla fine la meta che consolida la vittoria e che priva i savonesi del bonus difensivo: finisce sul risultato di 22 ad 11, con 4 punti per il Rho che rafforza una posizione in classifica di tutto rispetto, al primo anno in serie B, mentre il Savona ancora una volta rimpiange quei punti lasciati sul campo e che sarebbero stati molto preziosi per guadagnare qualche posizione nella parte centrale della classifica, estremamente compressa in pochi punti.

Per il Savona sono scesi in campo: Baccino, Di Murro, Giacobbe, Fazio, Ramaj, Franchello, Paoletti (c), Pivari, M. Bernat, T. Rossi, Vallarino, Correoso, Franceri, Fanciulli, Serra. A disposizione: Magnaghi, Dogali, Maruca, Urbani, A. Rossi, L. Ermellino.
Per il Rho sono scesi in campo: Sommella, Angioni (c), Capitaneo, Fazzini, Spiniello, Meniconi, Riva, Dassi, Schiavone, P. Frigerio, Cavalieri, G. Frigerio, Bugli, Interdonato, Cremascoli. A disposizione: Stoica, Greppi, Salem, Gatti, Carucci, Bugli, Skuli.

Peggio ancora il match di domenica 28 sul campo di Cernusco, allenato dall’ex savonese Michele Tobia: il passivo finale sarà estremamente più pesante. Ma il punto bonus guadagnato grazie alle 4 mete segnate sarà sufficiente a garantire la matematica permanenza nell’attuale campionato di serie B.

page1image385664976

Il match si apre con i padroni di casa che prendono in mano le redini senza che i savonesi abbiano modo di reagire a dovere: le prime due mete nei primi 5 minuti di gioco condizionano un Savona già in difficoltà e tenuto insieme con i cerotti, e basteranno altri 10 minuti ai cernuschesi per marcare le 4 mete che valgono il bonus offensivo.

Il Savona costruisce ma la qualità dell’esecuzione non è adeguata agli standard, e se la mischia chiusa sarà sempre a favore degli ospiti, nel gioco aperto la formazione di casa mostrerà sempre una superiorità nelle scelte e nel gioco senza palla.

I savonesi trovano il bersaglio grosso con Tommaso Rossi, ma i padroni di casa ricambiano con altre 4 marcature pesanti. La meta segnata dal giovane Garzoglio, prestato dall’Under 18 alla formazione seniores, chiuderà il primo tempo sul risultato di 54 a 14, ma il conto ancora più salato sarà quello degli infortunati: in particolare una fortuita testata in piena velocità tra Bernat e Vallarino: il primo riuscirà a riprendersi ed a giocare ancora buona parte della gara, mentre per il secondo saranno indispensabili le cure mediche.

Nel secondo tempo i savonesi sistemano con alcuni cambi gli acciaccati, e riprendono affondando con energia: grazie ad un buon lavoro del pack di mischia trovano la terza meta a firma Franchello. Ma gli equilibri della gara non cambiano, e nonostante un breve periodo di superiorità numerica i savonesi segnano una meta che il direttore di gara non convalida, in quanto rileva un gesto nervoso e punisce il pilone savonese con un cartellino rosso estremamente pesante. Il Cernusco si riporta quindi alla guida del match e va ancora in meta per tre volte, mentre al Savona serviranno tutti i minuti rimanenti per riuscire finalmente a trovare la quarta marcatura grazie al guizzo d’orgoglio di capitan Paoletti.

Il prezioso punto conquistato con enorme sacrificio allontana lo spauracchio playout per i savonesi, lasciando questo spettro alla sfida diretta tra Pro Recco e Varese in programma per l’ultima giornata.

Per i savonesi rimane da affrontare l’ultima sfida sul terreno amico con la formazione sarda di Capoterra, che ha ben condotto questo campionato mantenendo il contatto con le prime della classe fino a poche giornate dal termine della stagione, chiudendo con un quarto posto di tutto rispetto: il match in programma per sabato prossimo alle ore 15 a Savona non potrà influire in alcun modo concreto nella classifica attuale.

Per il Savona sono scesi in campo: Baccino, Magnaghi, Giacobbe, Franchello, Ramaj, Paoletti (c), Garzoglio, Pivari, M. Bernat, T. Rossi, Vallarino, Correoso, Franceri, Fanciulli, Serra. A disposizione: Di Murro, Dogali, Maruca, Urbani, Guida, A. Rossi, Boraschi.
Per il Cernusco sono scesi in campo: M. Manzoni, Dudi, Mezzalira, Campo, Barbieri, Rebuzzini, Colombo, Formichetti, Bisighini, Barletta, Scioscia, Brioschi, Green, Motta, Radice. A disposizione: Buratti, Dimitri, Rabotti, Ticozzi, D’ercole, Verardi, Licci.

Per le categorie giovanili: domenica 21 si è giocata l’ultima giornata della seconda fase del campionato regionale U18.

Sul campo Marco Calcagno di Cogoleto si sono affrontate il Savona Rugby e l’UR Riviera in una partita dove i biancorossi avevano un solo risultato utile per potersi qualificare terzi ed accedere alla fase finale alla rincorsa del titolo: la vittoria con il punto di bonus.

E così è stato, in un match dove da subito il Savona ha imposto il proprio gioco, supportato sia dalla motivazione per il risultato da ottenere che da alcuni rientri importanti come quello di F. Rossi, Briasco, Sahrane e Scaramuzzino.

L’Imperia tenta di arginare l’impeto biancorosso ma già al 4’ Tabor va in meta, seguito dal tallonatore Bruzzone al 12’, che facendosi spazio tra gli avversari segna in volata, e da Damele al 20’ su una bella azione di gioco aperto. Al 24’ Tabor segna di nuovo e il punteggio si attesta sul 26- 0 grazie alle trasformazioni di Boraschi.

Primo obiettivo - marcare 4 mete che valgono il punto di bonus - raggiunto, ma la partita va avanti e i savonesi segnano nuovamente al 27’ con Rossi e al 32’ nuovamente con Tabor.

L’imperia tenta di reagire e nella successiva azione di attacco un fallo ripetuto in difesa sulla linea dei 5 metri savonese vede prima un giallo comminato a Inzaina e la conseguente meta tecnica per l’Imperia decretata dall’arbitro. Primo tempo che finisce quindi sul 40-7.

Il secondo tempo, che vede la sostituzione di Sahrane al suo rientro dopo l’infortunio ed autore di una buona prestazione, ricalca il primo tempo e al 42’ segna subito Catarsi, seguito un minuto dopo da Bertolotto. Al 51’ dopo una bella azione in velocità di Francioso vola in meta Galuppo meritevole di credere fino in fondo nell’azione del compagno, offrendo un sostegno puntuale che gli permette di segnare in mezzo ai pali. Tre minuti dopo al 54’ il pilone destro Scaramuzzino in posizione di ala riceve il pallone da Damele e si invola in meta, festeggiando nel miglior modo il suo rientro dall’infortunio. Ma non è finita perché prima Montaldo al 56’, poi Damele al 63’, Briasco al 66’ (anche lui al suo rientro dopo alcune settimane) e infine ancora Montaldo vanno in meta e chiudono il risultato sul 90-7 grazie alle trasformazioni di Boraschi e Galuppo.

Merito all’Imperia che ha come sempre onorato la partita dando tutto quello che aveva a disposizione, ma la determinazione e il gioco espresso oggi dal Savona non hanno lasciato spazio a repliche sul campo.

Così il coach Camoirano a fine partita: “Oggi era determinante il risultato per la nostra classifica, ma sono molto contento dell’interpretazione del gioco e della determinazione messa in campo dai ragazzi. Stiamo ritornando ai livelli di inizio campionato e stiamo recuperando alcuni infortunati, ora ci concentriamo per preparare le due partite della fase finale contro Amatori e Stade Valdotain che sono sicuro saranno partite belle e combattute per il titolo”.

Per il Savona Rugby sono scesi in campo: FANTI, BRUZZONE, SAHRANE, INZAINA, MONTALDO, CATARSI, GARZOGLIO, CAMOIRANO, GALUPPO, BORASCHI, FRANCIOSO, BERTOLOTTO, ROSSI, DAMELE, TABOR, VANNONI, SCARAMUZZINO, BRIASCO, MOGGIA, CALELLA. ALL.: CAMOIRANO.

Per la categoria Under 14: primo sabato Piemontese per i ragazzi della giovanile del Savona rugby sul campo di Settimo torinese impegnati sabato 20 nel primo triangolare del girone ligure/piemontese.

Dopo la prima gara persa di misura contro Collegno al rientro in campo i giovani biancorossi si rifanno prontamente con grinta e gioco contro i pari età di Volpiano, concludendo la giornata con un ottimo risultato.

Ottimo risultato replicato anche sabato 27 nel torneo di Lecco, dove i liguri si piazzano secondi dietro ai pari età di Brescia e superando i padroni di casa ed il Cus Genova. Bellissima prestazione dei giovani savonesi, che premia il lavoro di una stagione sia dei ragazzi che di tutto lo staff tecnico: in particolar modo va celebrato il grande aiuto dei cugini di Cogoleto, che contribuiscono a coltivare ed a rafforzare le categorie giovanili savonesi, costruendo un rapporto di collaborazione che sta regalando ottime soddisfazioni.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium