/ Rugby

Rugby | 17 aprile 2024, 18:04

Savona Rugby: la Prima Squadra non mette il freno a Piacenza, bene invece l'Under 14

foto di Paolo Bernat

foto di Paolo Bernat

Che non sarebbe stata la giornata più favorevole per tentare di rosicchiare qualche prezioso punto in classifica, lo dice proprio la classifica stessa. I biancorossi savonesi galleggiano nella seconda metà della classifica, mentre i pari colori piacentini cavalcano ancora imbattuti l’attuale stagione di serie B girone 1 dritti verso la promozione. Inoltre all’andata in terra emiliana il passivo è stato molto pesante per i liguri. Nonostante ciò, e nonostante il risultato finale, i padroni di casa possono comunque uscire dal campo a testa alta, avendo comunque giocato al massimo delle loro possibilità contro un avversario di evidente livello. Lo straordinario caldo primaverile non aiuta, soprattutto nei primi minuti di gioco, con il sole alto a far sentire tutta la sua pressione: ma la concentrazione e l’orgoglio savonese per i primi 20 minuti impedisce ai piacentini di muovere il tabellino dello score, anche in parte per alcune leggerezze nella gestione del pallone. Con il progredire del match e con la fatica che comincia a fare la differenza, emerge il gap tra le due formazioni, che a fine primo tempo avranno già consolidato il risultato a favore degli ospiti: nella prima frazione saranno 5 le mete messe a segno dagli emiliani con Bertelli, Ben Khaled (2), Marazzi e Botti, con tutte le trasformazioni di Negrello, sul punteggio di 0-35. Nella ripresa si ripropone lo schema già visto nella prima frazione: per i primi 20 minuti i savonesi riusciranno a contenere la superiorità del Piacenza, andando anche a segno con M. Bernat (tr. Serra) ma subendo poi nell’ultimo quarto altre 4 marcature piacentine firmate da Bertorello (2), Casali e Negrello, autore anche di 3 trasformazioni, consolidando il punteggio finale sul risultato di 7 a 61.

Per i savonesi sono da sottolineare le prestazioni di M. Bernat, che oltre ad aver segnato l’unica meta savonese ha affrontato la sfida con un mediano di mischia estremamente abile, rapido e scattante senza particolari remore, e dimostrando di poter competere nel ruolo specifico, ed anche l’enorme cuore messo in campo da Ramaj, che nonostante qualche acciacco e la grande fatica sotto un sole cocente, ha giocato per 80 minuti senza risparmiarsi e facendo sentire la sua fisicità ogni qualvolta gli si è presentata l’occasione. Il Piacenza continua la sua fuga verso la promozione, inseguito dal Lecco, con tre giornate ancora da disputare e con l’ultima di queste che vedrà impegnate le due formazioni nello scontro diretto; per il Savona 14 punti di vantaggio sul Varese e 6 sulla Pro Recco non sono ancora sufficienti per garantire la sicurezza matematica della permanenza in categoria, ma saranno fondamentali le prossime tre sfide che impegneranno i biancorossi sui campi di Rho e di Cernusco, per concludere con la sfida casalinga contro l’Amatori Capoterra. Il commento di Andrea Costantino, allenatore Seniores Savona: "Nonostante il risultato sia evidentemente negativo, non posso che apprezzare la grinta e l’impegno messo in campo dai ragazzi; sono certo che se affronteremo le prossime sfide con la stessa convinzione potremo toglierci ancora qualche soddisfazione prima della fine della stagione”.

Per il Savona sono scesi in campo: Baccino, Di Murro, Giacobbe, Fazio, Ramaj, Paoletti (c), Franchello, Pivari, M. Bernat, Rossi, Serra, Correoso, M. Fanciull L. Ermellino, Franceri. A disposizione: Magnaghi, Dogali, Urbani, Galuppo, Fossati, Garzoglio.

Per il Piacenza sono scesi in campo: A. Alberti, Bertelli, Battini, Lekic, Ben Khaled, Bilal, marazzi, Cornelli, Negrello, Cisint, Viani, Crotti, Misseroni, Bertorelli, Botti. A disposizione: Baccalini, M. Alberti, Codazzi, Roda, A. Casali, Bacciocchi, Fusar Poli.

Per le categorie giovanili: Sabato assolato al Fontanassa ma ricco di luci per i ragazzi terribili dell’Under 14 del Savona Rugby che, guidati da Coach Mattia Bruzzone, hanno portato a casa con successo il triangolare disputato con i pari età di Rivoli e Imperia: mentre la prima gara contro il Rivoli termina con un sonoro 34/7, l’incontro con i cugini imperiesi è come nella tradizione molto più equilibrato e combattuto, e finisce 12/5 a favore dei Savonesi che dimostrano di saper mettere in campo bel gioco, grande grinta e soprattutto spirito di sacrificio, quale imprinting trasversale di tutte le categorie biancorosse

cs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium