/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 12 gennaio 2019, 16:36

Calcio, Bragno. Testa e gambe per battere il Taggia. Stefanzl: "Immergiamoci subito nel clima campionato"

Calcio, Bragno. Testa e gambe per battere il Taggia. Stefanzl: "Immergiamoci subito nel clima campionato"

Tornare in campo dopo tre settimane lascia spesso qualche incognita in più rispetto al regolare svolgimento del campionato, ma domani il Bragno non potrà permettersi cali di concentrazione contro il Taggia, visto che un'eventuale vittoria proietterebbe i valbormidesi addirittura al secondo posto. 

Chi dovrà offrire una prestazione importante sarà Roman Stefanzl, autentico equilibratore della mediana biancoverde.

 

Roman, domani si parte subito forte. Avrete anche la prima giornata di campionato da "vendicare".

"Si, se ripensiamo a quanto accaduto nella gara di andata abbiamo più di un motivo per scendere in campo con assoluta determinazione. Taggia ha rappresentato un passaggio a vuoto importante, ma fortunatamente abbiamo avuto le qualità per riprenderci immediatamente".

 

Come può migliorare ulteriormente il Bragno per mantenere questa posizione di classifica?

"Non dando nulla per facile o scontato. Come con il Taggia abbiamo perso tanti punti che avrebbero potuto permetterci di conquistare una graduatoria ancora migliore. Ora siamo lassù ed è indubbio che faremo il possibile per provare a raggiungere un traguardo di prestigio".

 

I tuoi compiti in campo ricordano un po' quelli di Gattuso nel Milan di Ancelotti, con una mediana molto tecnica e un centrocampista di quantità a regalare equilibrio. E' un compito più probante a livello fisico o mentale?

"Le due cose non si possono separare: è necessario avere la giusta gamba per poter garantire la giusta presenza in ogni parte del centrocampo, ma per riuscire a farlo è fondamentale mantenere anche il giusto livello di lucidità e concentrazione. Riuscire a far coincidere le due cose non è a volte semplice, ma provo sempre a fare del mio meglio per dare una mano ai miei compagni".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium