/ Calcio

Calcio | 11 settembre 2019, 11:00

Calcio, Priamar: Alessio Bresci ha le idee chiare: "Serietà, ricerca del gioco e responsabilità"

L'allenatore promuove l'atteggiamento mostrato dalla squadra nelle prime settimane di preparazione

Calcio, Priamar: Alessio Bresci ha le idee chiare: "Serietà, ricerca del gioco e responsabilità"

Serietà, ricerca di un gioco di qualità e responsabilità nei confronti di una società con un settore giovanile importate. Questi i punti cardine sui quali mister Alessio Bresci ha deciso di impostare la sua prima avventura in una prima squadra. Un obiettivo che aveva in testa da qualche tempo. "Non faccio mistero di aver sempre aspirato ad allenare i grandi – spiega l'allenatore della Priamar ma non nascondo di averci pensato a fondo prima di accettare: sono una persona molto meticolosa e mi sono preso il tempo per capire se ci fossero i presupposti per lavorare bene nonostante la categoria".

La Priamar, che sarà impegnata nel torneo di Seconda Categoria, ha da qualche settimana iniziato la preparazione e mister Bresci, che vanta un passato di tutto rispetto da centrocampista, sta cercando di trasmettere alla squadra la sua idea di calcio: “Ho avuto la fortuna di avere allenatori bravi in tutte le categorie in cui ho giocato, dalla Serie D alla Seconda Categoria, e da ognuno ho cercato di apprendere qualcosa. Sto studiando molto il calcio e la cosa non mi pesa perché si tratta di un'autentica passione. Credo fermamente che in tutte le categorie proporre un calcio di qualità alla fine paghi sempre. Per questo lavoriamo tanto con la palla, eccezion fatta per una minima parte a secco che è inevitabile".

Il mercato importante dalla Priamar ha portato alla corte del mister giocatori provenienti da categorie superiori e da diverse esperienze, ma l'amalgama del gruppo non sembra per ora essere un problema, così come la serietà negli allenamenti: "Sono felice del lavoro della società, abile nel soddisfare le mie richieste. Sta nascendo un grande gruppo e ne sono testimonianza le uscite dopo gli allenamenti e l'impegno profuso da ogni singolo elemento. Tutti si stanno applicando davvero al massimo".

Spesso, però, è meglio partire a fari spenti, non creando troppe aspettative per poter così lavorare con maggiore serenità. Un concetto che mister Bresci fa suo. “Obiettivo stagionale? Migliorare ogni singolo giocatore e, di conseguenza, migliorare il collettivo. Il mio credo è semplice: rispettare tutti ma non temere nessuno. Così dovrà fare la mia squadra”, sottolinea il trainer rossoblu prima di aggiungere una considerazione importante circa il ruolo della prima squadra in una società con un nutrito settore giovanile alle spalle: “Dobbiamo essere un esempio per tutti i ragazzi delle leve giovanili che ci vengono a vedere. Amo le responsabilità e desidero che tutta la squadra condivida questo impegno con il sottoscritto”.

Tornando al campionato, sono quattro le squadre che Bresci giudica più temibili: "Vadese e Mallare su tutte. Ma non dimentico il Santa Cecilia e il Dego, allenato da un mister preparatissimo come Bagnasco".


Michael Traman

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium