/ Calcio

Calcio | 17 giugno 2022, 11:10

Fine dell’idillio tra Marco Del Gratta e l’Imperia calcio? L’imprenditore: “Volevo gestire prima squadra e Juniores ma non ci sono i presupposti”

Sfogo del main sponsor dell’ultima sfortunata stagione: “Mai ricevuta alcuna risposta ufficiale alle mie richieste e siamo a metà giugno”

Fine dell’idillio tra Marco Del Gratta e l’Imperia calcio? L’imprenditore: “Volevo gestire prima squadra e Juniores ma non ci sono i presupposti”

Il mio gruppo voleva gestire la prima squadra e Juniores ma non ci sono stati i presupposti per farlo”, le parole di Marco Del Gratta sembrano mettere la parola fine del matrimonio tra l’Imperia calcio e l’imprenditore matuziano che in questa stagione culminata con la retrocessione in Eccellenza è stato il main sponsor della squadra neroazzurra.

Siamo al 16 di giungo - dichiara MDG al nostro giornale – e non solo non c’è un minimo di programmazione, ma non ho mai ricevuto alcuna risposta ufficiale alla mia richiesta di potermi occupare della prima squadra e della Juniores. Solo negli ultimi giorni c’è stata una interlocuzione tra il mio avvocato e quello della società, ma non si è concretizzato nulla. Mi riferiscono che il presidente Gramondo sia in ferie”. 

"In tutte le società in cui ho lavorato non si è mai arrivati a metà giugno con partite aperte e non definite. E non dimentichiamoci che oltre a definire le pratiche per l’iscrizione all’Eccellenza ci sono quelle per il ripescaggio”, sottolinea Marco Del Gratta.

Peccato – conclude l’imprenditore - perché con la famiglia Minasso avevamo a disposizione un buon budget per affrontare eventualmente la serie D e prenderci delle soddisfazioni o, in caso di mancato ripescaggio, giocare per vincere l’Eccellenza. A parte l’allestimento della squadra, avevamo già messo in cantiere di riportare la sede al ‘Ciccione’ e di assumere un segretario professionista”.

A questo punto Imperia e l’Imperia calcio rischiano, se Del Gratta non tornerà sulle sue posizioni, di perdere l’apporto di un imprenditore importante e si aprono una serie di interrogativi sull’immediato futuro del club nell’anno del Centenario.

Tutto sembra destinato a finire nelle mani della vedova del compianto patron Eugenio Minasso, a partire dall’ingaggio del nuovo tecnico con la panchina che pare aver trovato un ‘nuovo’ inquilino con il ritorno di Alessandro Lupo.  

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium