/ Calcio

Calcio | 17 settembre 2019, 12:18

Calcio, Serie D. Gagliardi è pronto a sfidare il suo passato: "Contro la Sanremese sarà una partita emozionante per me. Il Vado mi fa sentire importante"

Il centrocampista offensivo torna da avversario al 'Comunale': "Giocare in quello stadio è sempre un'emozione"

Giorgio Gagliardi con la maglia del Vado

Giorgio Gagliardi con la maglia del Vado

Non sarà una partita come le altre per Giorgio Gagliardi, nelle ultime tre stagioni protagonista con la maglia della Sanremese. Il centrocampista offensivo tornerà domenica al 'Comunale' con il suo Vado per la prima volta da avversario, dopo la separazione avvenuta la scorsa estate.

Giorgio, hai avuto un grande impatto con il Vado e domenica sul suo tiro c'è stata la deviazione che ha riaperto la sfida poi pareggiata con il Casale: qual'è stato il tuo primo pensiero? "Domenica ho segnato il primo gol con la maglia del Vado, anche se non ha portato la vittoria. Spero quest'anno di fare un campionato importante, sia di squadra che a livello di gol. Sinceramente il mio primo pensiero è andato ad una grande donna che ho deluso".

Domenica c'è la grande sfida contro la tua ex Sanremese: ci credi ad un avversario in difficoltà? "Per me sarà una partita emozionante e particolare, perché tifo Sanremese. Non penso che i biancoazzurri siano già in difficoltà, anzi tutt'altro. In queste prime tre partite di campionato hanno avuto tanta sfortuna, sono una rosa importante con un mister molto preparato: i risultati arriveranno presto".

Come sarà giocare al 'Comunale', quello che è stato per un po' di anni il tuo stadio, senza pubblico? "Come ti ho detto prima non sarà una gara come tutte le altre. Giocare al 'Comunale' è sempre stata un emozione e lo sarà anche domenica, anche se non ci saranno i tifosi".

Parliamo di Giorgio Gagliardi del Vado: sei un giocatore ritrovato? "Assolutamente sì, avevo bisogno di una società come il Vado che credesse realmente in me e che mi facesse sentire importante. Ora mi sento molto bene sia fisicamente che mentalmente, dimostrandolo sul campo".

Mi sveli cosa non ha realmente funzionato a Sanremo nella scorsa stagione? "Nella scorsa stagione a Sanremo indubbiamente come squadra abbiamo fatto quasi il massimo, perché avevamo davanti una corazzata come il Lecco. A livello personale mi sono perso un po' per strada".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium