/ Calcio

Calcio | 05 luglio 2019, 19:34

Calcio, Albenga e Albissola rimarranno due club separati. La famiglia Colla: "Questione di rispetto, vogliamo valorizzare entrambe le realtà"

Gli ingauni saranno iscritti al prossimo campionato di Eccellenza, i ceramisti ripartiranno dalla Seconda Categoria

Calcio, Albenga e Albissola rimarranno due club separati. La famiglia Colla: "Questione di rispetto, vogliamo valorizzare entrambe le realtà"

Come annunciato negli scorsi giorni, Gianpiero Colla, una volta rientrato dalla settimana lavorativa in Francia, si è messo subito all'opera per tracciare le prime linee guida della prossima stagione sportiva. Insieme alla presidentessa dell'Albissola, Claudia Fantino Colla, e agli avvocati Marco Fontana e Simona Peluso, sono state ufficializzate le prime importanti novità.

 

Si possono togliere gli ultimi condizionali sull'arrivo della famiglia Colla ad Albenga?

"Ora possiamo dirlo: la Famiglia Colla entra nell'Albenga e avrà la presidenza del sodalizio ingauno. Rapportandoci anche con le due tifoserie abbiamo però deciso di lasciare le società separate: l'Albenga rimarrà con la sua denominazione in Eccellenza, mentre l'Albissola ripartirà dalla Seconda Categoria".

 

Cosa vi ha portato a questa scelta?

"Abbiamo riscontrato i legittimi dubbi delle tifoserie ed è stato giusto comprenderli e rispettarli. Inoltre avremo modo di abbracciare l'intero bacino provinciale, dando l'opportunità ai giovani di poter crescere in categorie diverse".

 

Con quali obiettivi vi rapporterete alle due società?

"Per quanto concerne l'Albissola ci auspichiamo che la squadra possa rapidamente scalare diverse categorie, raggiungendo una propria dimensione consona. La volontà con l'Albenga è di ripercorrere un determinato tipo di percorso; non vogliamo però fare promesse, è nostra intenzione lasciar parlare i fatti. E' chiaro che ci sarà un'affiliazione tra i due sodalizi, lo ripetiamo, finalizzata soprattutto alla crescita dei giovani".

 

Dal punto di vista logistico, invece, cambieranno progetti e impegni?

"Gli obiettivi rimangono i medesimi, seppur con tempistiche diverse. Il progetto dello stadio di Luceto andrà avanti, così come l'utilizzo della foresteria: il nostro obiettivo è sia sociale che pedagogico e da questi punti fermi vogliamo ripartire con convinzione".

 

Il feedback dei due territori sembra essere stato diverso.

"Abbiamo ricevuto subito grande calore da Albenga. Non vediamo l'ora di metterci al lavoro per poter sistemare con le dovute tempistiche lo stadio, insieme all'ingegner Barilli, e di ampliare anche il parco delle strutture. Ovviamente già dalla prossima settimana arriveranno le prime ufficializzazioni sui nuovi quadri sportivi. Il nostro legame con Albissola, seppur tra mille e pesanti difficoltà, però non si interrompe: abbiamo dato una parola e vogliamo proseguire anche nel rispetto di tutte quelle persone, tifosi, sponsor e sostenitori, che nel corso degli anni ci hanno dimostrato fiducia e affetto".

 

 

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium