/ Motori

Motori | 27 ottobre 2021, 17:54

Enduro. Prende il via il torneo delle Regioni, Liguria in pista con due team

Enduro. Prende il via il torneo delle Regioni, Liguria in pista con due team

La manifestazione, a cui potrà prendere parte solo chi in possesso di “Green Pass”, come da Decreto Legge “capienze” n.139 dell’8 ottobre 2021, che ogni anno richiama i più forti piloti d’Italia a rappresentare la propria Regione è pronta ad andare in scena nel weekend di Halloween, sabato 30 e domenica 31 ottobre. Saranno oltre 220 gli atleti che giungeranno nel piccolo borgo di Nocciano, in provincia di Pescara, e rappresenteranno 17 regioni italiane e 15 motoclub, con l’introduzione, come per il minienduro, del trofeo a squadre femminile!

Un anno di sosta, dettato dalla situazione pandemica, ha interrotto la continuità di uno degli appuntamenti più apprezzati dell’enduro nostrano, arrivato al suo quindicesimo appuntamento. Ai nastri di partenza Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Liguria, Puglia, Basilicata, Campania, Sicilia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Toscana, Piemonte, Veneto, Marche, Umbria, Lombardia e l’Abruzzo, regione ospitante. Sarà proprio in questo ordine che, nella giornata di sabato, i Comitati Regionali con i propri piloti sfileranno per le vie di Nocciano. Un trionfo di colori e bandiere che inizierà alle ore 16 e 30 con il ritrovo dei partecipanti presso il paddock, allestito in via San Rocco c/o campo sportivo.

Per la Liguria scenderanno in pista Stefano Dogliotti, Giacomo Marmi e Giorgio Viglino per il Team 1, mentre la seconda squadra sarà composta da Simone Martini, Luca Pavone e Elia Rossi.

La sfilata per le vie di Nocciano si concluderà con l’arrivo del festante corteo presso il bellissimo e medievale Castello Sterlich-Aliprandi dove verrà effettuata la presentazione ufficiale delle squadre.

Le sfide per la conquista degli ambiti trofei scatterà domenica 31 ottobre alle ore 8 e 30 quando il trio iniziale di riders passerà dal palco partenza per poi tuffarsi all’interno del suggestivo giro creato dagli organizzatori del Moto Club I lupi del Cigno.

Gli uomini del presidente Enzo Fasciani, supportati dall’amministrazione comunale di Nocciano e dalle associazioni della protezione civile dei comuni attigui, hanno disegnato un trasferimento di 56 km, comprese le prove speciali, da ripetere per tre volte.  In partenza si attraverserà il castello medievale per poi tufarsi, poi, all’interno del mitico torrente “Cigno”, dal quale prende il nome il Moto Club.

Nel Cigno è prevista la prima P.S. di giornata: l’enduro test! La linea si sviluppa sulle sponde del torrente e per un breve tratto finisce su un campo parzialmente fettucciato.

Usciti dalla speciale si fa rotta verso le colline pescaresi per poi arrivare al secondo CO con assistenza subito dopo il quale si percorrono 25 km di trasferimento all’interno di un altro torrente fino ad arrivare al fettucciato.

Il Cross Test parte sull’asfalto per entrare poi all’interno di un campo. Il primo settore è aperto con curve veloci ed ampie ma da metà in poi ci si immette in una cava dismessa dove la guida diventerà notevolmente più tecnica. Finita la speciale si rientra al paddock.

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium