/ Calcio

Calcio | 09 giugno 2022, 12:18

Savona, pubblicata la manifestazione d'interesse e il bando di gara per il Bacigalupo: la gestione dello stadio sarà per 8 anni

Chi sarà interessato dovrà prima far pervenire al comune il proprio interesse e poi partecipare alla gara. Tutto quello che c'è da sapere

Savona, pubblicata la manifestazione d'interesse e il bando di gara per il Bacigalupo: la gestione dello stadio sarà per 8 anni

Tanto tuonò che piovve. Si potrebbe racchiudere con la frase di Socrate l'avvenuta e tanto attesa pubblicazione della determina del comune di Savona in merito all'avvio della procedura per l'affidamento della gestione, per la durata di otto anni, dello stadio Bacigalupo.

L'amministrazione comunale per l'impianto di via Cadorna ha disposto prima la pubblicazione di un avviso esplorativo di manifestazione d'interesse. Con l'avviso che è finalizzato ad individuare i concorrenti che saranno successivamente invitati a partecipare alla procedura negoziata.

I termini però per l'invio della manifestazione sono strettissimi, successivamente il comune avvierà il bando di gara.

"A seguito delle vicissitudini che hanno portato al fallimento la società calcistica Savona FBC 1907 srl, che aveva in uso esclusivo la gestione dello stadio Comunale “Valerio Bacigalupo”, lo stesso è stato chiuso in conseguenza della decisione della Giunta Comunale n. 91 del 28/08/2020, con la quale è stato dato mandato al Servizio Impianti e Attività Sportive di procedere al recesso unilaterale della convenzione in essere - viene spiegato nella determina - Successivamente è intervenuta la pandemia da Covid-19, che ha portato prima alla chiusura degli impianti sportivi ed in seguito alle limitazioni per l’utilizzo degli stessi. Considerato che a seguito della condizione di predissesto in cui versa l’ente e a fronte dell’adozione del piano di riequilibrio finanziario, non è più stato possibile finanziare interventi di manutenzione straordinaria degli impianti sportivi in genere, la manutenzione allo Stadio Comunale “Valerio Bacigalupo” è stata limitata, nell’ambito delle risorse disponibili, agli interventi strettamente necessari, alcuni dei quali eseguiti direttamente dalla manutenzione stabili comunali".

L'amministrazione ha quindi intenzione, dopo aver dato mandato di sistemare il manto erboso del rettangolo da gioco (ora dovranno passare 3 mesi per la manutenzione con rasature periodiche e irrigazione nel quali il prato non verrà calpestato e a settembre/ottobre potrebbe esserci il via per l'utilizzo), di procedere alla riapertura e alla fruibilità dello Stadio Comunale per la prossima stagione sportiva 2022/2023.

La giunta comunale ha inoltre approvato il documento preliminare per la progettazione relativo agli interventi di risanamento e ripristino delle parti ammalorate per complessivi 241mila 500 euro che dovrà sostenere il futuro gestore, e ha qualificato lo stadio come impianto senza rilevanza economica. 

Inoltre nei giorni scorsi, come già preannunciato dalla nostra redazione a maggio, ha stabilito a carico dell'amministrazione, l'assunzione diretta degli oneri necessari alla manutenzione del manto di gioco in erba (è stato affidato l'incarico alla cooperativa Il Rastrello per una cifra che si attesta sui 32mila 700 euro) ed una compartecipazione alla spesa relativa alle utenze dell’impianto, pari ad un rimborso forfettario annuo di 20mila a partire dal secondo anno di gestione.

"Si ritiene opportuno avviare quindi un’indagine di mercato, finalizzata alla verifica dell'eventuale presenza di soggetti interessati a gestire l'impianto e ad investire sull’ammodernamento della struttura, con un affidamento per la durata di anni otto, previa pubblicazione di avviso per manifestazione di interesse al fine di individuare i concorrenti che saranno successivamente invitati a presentare l'offerta - proseguono nella determina - E' quindi necessario procedere all'approvazione dell'avviso per manifestazione di interesse, del relativo modello di domanda, del disciplinare di gara e della lettera invito".

La scadenza della gara è prevista nel mese di luglio. La stazione appaltante procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida e in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio. Potranno partecipare società e associazioni sportive dilettantistiche affiliate a federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI; enti di promozione e propaganda sportiva riconosciute dal CONI; discipline sportive associate riconosciute dal CONI; federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI; associazioni temporanee di scopo.

I lavori che dovranno essere gestiti dal futuro aggiudicatario della concessione prevedono il ripristino di tutti i locali presenti sotto la tribuna di via Chiabrera (da cui si accede sia esternamente, sia internamente attraverso il tunnel che li collega al campo di gioco): spogliatoi, magazzini, segreteria, bar, servizi igienici; il tunnel di accesso ai locali sotto la tribuna di via Chiabrera; la tribuna e la gradinata lato via Chiabrera.

Con il ripristino, sono comprese anche opere accessorie riferite a tutta la struttura come gli accessi all’intero impianto, i percorsi di esodo, la recinzione di delimitazione del fossato a protezione della pista di atletica e gli impianti di illuminazione.

Restano esclusi dal progetto la tribuna lato via Cadorna, i locali sottostanti la tribuna lato via Cadorna, le curve e il campetto “Comparato”.

In allegato la lettera invito alla gara per la gestione dello stadio e l'istanza di ammissione con le relative dichiarazioni per la partecipazione alla procedura:

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium