/ Basket

Basket | 17 gennaio 2023, 19:00

Finale, cade una parte di controsoffitto: al PalAlessia stop agli sport con la palla, volley e basket si spostano

Il cedimento di una porzione di lastra lo scorso fine settimana, senza nessun ferito, dopo una pallonata. L'ordinanza del sindaco costringe la Polisportiva al "Piano B" per gare e allenamenti

Finale, cade una parte di controsoffitto: al PalAlessia stop agli sport con la palla, volley e basket si spostano

Fortunatamente nessuno si è fatto male e il danno non pare essere così ingente. Eppure, fino alla messa in sicurezza definitiva della copertura, il Palazzetto dello Sport "Alessia Berruti" di via Calice a Finale sarà off limits per gli sport per i quali è previsto l'uso della palla.

Lo ha stabilito il sindaco Ugo Frascherelli con un'ordinanza risalente allo scorso venerdì 13 gennaio quando, durante una lezione di educazione fisica tenutasi nel corso della mattinata da parte degli studenti del Liceo Issel, che da anni utilizzano il palasport come palestra, un pallone da pallavolo è volato troppo alto urtando la controsoffittatura facendo sì che da questa si distaccasse parte di una lastra.

Appena avvisato, il Comune ha disposto sulla struttura un primo sopralluogo da parte del personale dell'Ufficio Tecnico, il quale ha consigliato "in assenza di fragilità apparenti visto quanto verificabile a vista, un'ispezione in quota più accurata e puntuale dell'intradosso della copertura mediante l'impiego di ditta specializzata, al fine di accertare situazioni di potenziale pericolo mediante esame della consistenza delle lastre di copertura".

Da qui, considerato poi come al momento non sia possibile escludere che possano verificarsi ulteriori distacchi a seguito di urti accidentali, la scelta della misura d'urgenza alla quale nelle prossime settimane seguirà il procedere dell'iter per affidare i lavori, peraltro già nei piani dell'Amministrazione Frascherelli da tempo, per il rifacimento del tetto.

L'importo dovrebbe aggirarsi intorno ai 260mila euro e, grazie all'urgenza dell'accaduto, potrebbero bastare addirittura una manciata di mesi per tornare a poter sfruttare al pieno delle sue possibilità l'impianto.

"Purtroppo ci siamo trovati con questa situazione che ha portato alla decisione prudente dell'Amministrazione. Speriamo non siano lunghi i tempi, la stagione però rischia di essere a questo punto compromessa" afferma il presidente della Polisportiva del Finale, Stefano Schiappapietra, che in queste ore insieme al suo staff e alle diverse sezioni ha messo a punto il "piano B" necessario per proseguire con l'attività 

"La serie C maschile di volley giocherà alla palestra 25 Aprile vicino alle scuole elementari mentre la Serie D femminile andrà a Pietra - spiega Schiappapietra - mentre alcune leve giovanili si divideranno tra elementari e la palestra Zat, presso le scuole medie. Il basket invece potrà allenarsi e giocare tra le palestre ex Rivetti, dell'alberghiero e la Zat".

A fare spazio a queste due discipline e ai loro tesserati saranno, dove possibile, quegli sport per i quali non è previsto quindi l'uso del pallone. Intanto l'associazione polisportiva sta vagliando altre soluzioni per ottimizzare ancor di più il calendario degli allenamenti e delle gare:"Stiamo dialogando con altri Comuni limitrofi per riassettare la pianificazione in modo tale che tutti possano riprendere nella situazione migliore - chiosa Schiappapietra - chiaro che quando partiranno i lavori dovremo muoverci diversamente".

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium